Regolamento Abstract

Il presente Regolamento deliberato e sottoscritto dal Consiglio d’Istituto e dal Consiglio di Direzione del Collegio S. Ignazio, costituisce insieme allo Statuto del Collegio e a quello dello Studente l’insieme delle regole di carattere obbligatorio, dirette a dare attuazione ai principi generali di comportamento, la cui osservanza è di fondamentale importanza per la corretta gestione delle attività della scuola.

Oggetto e Principi del Regolamento

PREMESSA

Le disposizioni del presente Regolamento, rispetto alle quali l’Istituto assicura la completa e costante formazione di tutti i livelli del Personale, costituiscono specificazioni esemplificative degli obblighi generali di diligenza, correttezza, buona fede, obblighi vincolanti, per tutti coloro che lavorano nell’Istituto, qualunque sia il titolo giuridico della collaborazione.

Compete al Direttore Generale verificare il rispetto del Regolamento da parte di tutto il Personale, fornire chiarimenti circa la corretta interpretazione delle   sue disposizioni e intervenire in caso di violazione nelle forme consentite dalla legge.

Ogni lavoratore dell’Istituto è tenuto ad ottemperare, con diligenza, agli obblighi relativi al proprio incarico, osservare le puntuali indicazioni sulla vigilanza degli alunni, contenute nella normativa scolastica, nelle indicazioni del Collegio Docenti e dei Coordinatori di plesso.

REGOLAMENTO

1. ABBIGLIAMENTO:
  1. I Docenti sono invitati ad indossare un abbigliamento consono a un ambiente educativo e il tesserino di riconoscimento per l’intero orario di lavoro.
2. ORARIO DI LAVORO:
  1. Le attività didattiche hanno inizio:
    1. Infanzia: ore 8.00 con tolleranza entro le 9:30;
    2. Primaria: ore 8.20;
    3. Secondaria di I grado: ore 8.20;
    4. Secondaria di II grado: ore 8.20;
  2. Il Personale docente deve presentarsi a scuola alle ore 8.00 ed è responsabile dei propri alunni fino all’arrivo del docente della successiva ora;
  3. Superato l’orario d’ingresso, si potrà entrare solo alla seconda ora;
  4. Nelle ore intermedie, i docenti che non hanno lezione nell’ora successiva, dovranno trovarsi di fronte alle proprie aule;
  5. Il docente in servizio, alla fine della propria ora, dovrà raggiungere al più presto, l’eventuale classe successiva;
  6. Durante le ore a disposizione, i docenti sono tenuti a rimanere in Sala Docenti o comunque essere reperibili. Se, per un qualsiasi motivo, una classe fosse interamente assente, il docente deve rimanere a disposizione dell’Istituto, come da orario.
3. FORMAZIONE:
  1. La Formazione dei Docenti, sia ai sensi della legge 107/2015, che nello spirito dell’istituto è un’attività obbligatoria e permanente e rappresenta un fattore decisivo per la qualificazione dell’Istituto Scolastico e per la crescita professionale del personale stesso;
  2. Oltre alle attività formative previste per legge e dall’Istituto S. Ignazio quali quelle relative alle attività formative di natura “Pedagogica-Ignatiana”, i docenti sono tenuti a partecipare alle attività programmate dal COLLEGIO DOCENTI. In caso di assenza, che dovrà essere comunicata per iscritto con relativa “motivazione”, il docente dovrà consegnare i materiali necessari allo svolgimento del lavoro (Relazioni, note, registri).
4. COMPORTAMENTO E DOVERI DEL PERSONALE DOCENTE:
  1. È vietato, secondo la normativa vigente, fare lezioni private agli studenti iscritti al Collegio S. Ignazio, per qualsiasi disciplina e settore;
  2. I docenti devono osservare i seguenti principi comportamentali, definiti a garanzia dell’uniformità di comportamento del Personale Docente di fronte alla utenza scolastica:
    • Essere di esempio con il proprio comportamento, sia per gli alunni, sia per le famiglie, con particolare riferimento al rispetto e alla testimonianza dell’indirizzo cattolico della scuola;
    • Utilizzare di regola un tono di voce pacato e atteggiamenti misurati e positivi;
    • Tenere un atteggiamento propositivo e trasparente nei confronti dei colleghi;
    • Organizzare il tempo scuola e le attività con professionalità e accuratezza;
    • Pretendere in aula un linguaggio corretto, senza l’utilizzo di frasi o termini non adeguati al luogo;
    • I docenti devono mantenere con i genitori rapporti esclusivamente professionali:
      • evitare di dare o farsi dare del “tu” e di comunicare “anticipatamente” da casa notizie riguardanti l’andamento scolastico degli alunni, nel rispetto del segreto professionale;
      • non comunicare con i genitori tramite posta elettronica personale, sms, messaggi su Whats App, social network, è opportuno invece utilizzare, i mezzi istituzionali (e-mail e comunicazioni protocollate, convocazioni per colloquio a scuola ecc);
      • vigilare con attenzione sul comportamento degli alunni, soprattutto minorenni, per individuare eventuali atti di BULLISMO;
      • pretendere in aula un linguaggio corretto, senza l’utilizzo di frasi o termini non adeguati al luogo;
  3. Non fumare all’interno della scuola ai sensi della Legge n°128 del 8/11/2013, in caso di inosservanza, ai docenti, così come a tutto il Personale della scuola e agli alunni,saranno applicate le sanzioni previste dalla Legge;
  4. Non usare il cellulare in classe, salvo che per firmare il Registro elettronico, o in caso di mancanza di connessione o di altro evento che causi l’impossibilità della firma al PC;
  5. Rispettare il segreto d’ufficio relativamente a tutte le notizie e le informazioni riguardanti la vita, la famiglia, il percorso scolastico degli allievi;
  6. Annotare nel Registro Elettronico, oltre agli elementi quali argomenti della disciplina trattati, compiti, voti, presenze/assenze e ritardi alunni ecc, tutte le informazioni inerenti la “classe” quali ad esempio note, comunicazioni di classe ecc; il mancato o il ritardato inserimento di tali “dati” sul Registro Elettronico e/o Cartaceo comporterà un provvedimento in proporzione al dato omesso;
  7. Tutte le comunicazioni ufficiali relative ai docenti, come a tutto il Personale in organico, saranno sia esposte nella bacheca della Stanza Docente sia comunicate tramite e-mail. Pertanto i Docenti sono tenuti a controllare il proprio indirizzo e-mail. In ogni caso farà fede l’invio dell’email da parte della segreteria;
  8. I docenti che hanno bisogno di fotocopie dovranno consegnare l’originale al Personale ATA e/o di segreteria con congruo anticipo, fatta eccezione per le prove di verifica;
  9. Tutte le attività diverse dall’insegnamento (pastorale, uscite didattiche, ecc) dovranno essere autorizzate dai Coordinatori didattici;
  10. La firma di presenza dovrà essere apposta mediante Registro Elettronico; solo per casi eccezionali e di comprovata “impossibilità” di natura tecnica, sarà possibile apporre la propria firma e scrivere gli argomenti da studiare sul registro di classe “cartaceo”;
  11. Tutti i permessi, (richieste varie, ferie ecc). da parte di tutto il personale dovranno essere richiesti almeno 10 giorni prima della data dell’assenza, attraverso piattaforma on-line e autorizzati dal Coordinatore di settore. In caso di impedimento dovrà essere richiesto modello pre-stampato previsto in segreteria;
  12. Il Registro Elettronico deve essere compilato quotidianamente in ogni sua parte (assenze, ritardi, entrate alla II° ora, compiti);
  13. Utilizzare linguaggio, abbigliamento adeguati al contesto educativo e del reparto della scuola;
  14. Esercitare con diligenza e professionalità i compiti inerenti il proprio profilo professionale;
  15. Aver cura dei locali, mobili, oggetti, macchinari, attrezzi, strumenti a lui affidati;
  16. Conoscere, rispettare e far rispettare il piano di emergenza, eseguendo correttamente tutte le mansioni previste;
  17. I docenti che lo desiderano possono assistere alle Assemblee di classe o d’Istituto (D.P.R. n.146 del 31/05/ 1974 art.43), in ogni caso durante le Assemblee di classe i docenti sono tenuti ad assistere ai lavori e a vigilare, con dovere d’intervento nel caso di violazione del Regolamento o in caso di constatata impossibilità di ordinato svolgimento;
  18. In occasione di “note disciplinari più gravi”, sinteticamente riportate nel Registro elettronico, il docente presenterà tempestivamente al Direttore Generale, al Coordinatore di settore e di classe, una breve e circostanziata relazione al fine della convocazione del Consiglio di classe per vagliare l’opportunità di eventuali provvedimenti disciplinari.
5. VIGILANZA STUDENTI:
  1. Non è consentito, per nessuna ragione, lasciare gli alunni incustoditi. Il docente prima di allontanarsi deve richiedere la presenza del personale ausiliario;
  2. Per nessuna ragione, gli studenti possono essere inviati fuori dall’aula, né possono essere impiegati per spostare pesi, attrezzi, banchi, ecc, attività che è di competenza del personale ausiliario. Nel caso in cui, per provvedimenti disciplinari, siano convocati dal Dirigente Scolastico, devono essere affidati ed accompagnati al personale ausiliare e il provvedimento deve essere annotato sul Registro di classe. Anche nel caso di spostamenti in palestra o nei laboratori, il docente accompagnerà gli alunni all’andata e al ritorno in aula. I docenti vigilano anche affinché possa essere evitata ogni forma di discriminazione, per razza, sesso, provenienza familiare, credo politico e religioso, condizioni sociali culturali, orientamento sessuale, disabilità e si adoperano per accettare e valorizzare le differenze.
  3. I docenti dell’ultima ora di lezione devono verificare che gli alunni rimettano in ordine l’aula.
  4. Vigilare con attenzione sul comportamento degli alunni, soprattutto minorenni, per individuare eventuali atti di BULLISMO.
6. INFORTUNI E INTERVENTI SANITARI:
  1. In caso di incidente o infortunio degli alunni, è compito dei docenti e di tutto il personale riferire immediatamente l’accaduto alle famiglie e al proprio Coordinatore didattico e di classe e successivamente stilare apposita relazione sottoscritta dell’accaduto;
  2. b. I docenti, come tutto il personale della scuola, non possono somministrare alcun tipo di medicinale, nemmeno omeopatico. In caso di necessità sarà uno dei genitori a somministrare personalmente il farmaco al proprio figlio. Nel caso di alunni con patologie che richiedessero inderogabilmente un trattamento specifico, il Collegio riceverà disposizioni scritte dal Pediatra di famiglia per la somministrazione del farmaco, che va comunque somministrato da uno dei genitori, salvo i casi in cui gli stessi autorizzino, per iscritto, il personale della scuola.
7. RAPPORTI CON I GENITORI:
  1. I docenti devono mantenere con i genitori rapporti esclusivamente professionali:
    • evitare di dare o farsi dare del “tu” e di comunicare “anticipatamente” da casa notizie riguardanti l’andamento scolastico degli alunni;
    • é vietato comunicare con i genitori tramite posta elettronica personale, sms, messaggi su Whats App, social network, è opportuno invece utilizzare, i mezzi istituzionali (e-mail e comunicazioni protocollate, convocazioni per colloquio a scuola ecc);
    • Vigilare con attenzione sul comportamento degli alunni, soprattutto minorenni, per individuare eventuali atti di BULLISMO;
    • Pretendere in aula un linguaggio corretto, senza l’utilizzo di frasi o termini non adeguati al luogo.
8. DOVERI DEI COORDINATORI DI SETTORE:
  1. I coordinatori di settore sono figure che rivestono una grande importanza, perché rappresentano il trait d’union fra il Direttore Generale, i docenti, gli allievi, le famiglie;
  2. è compito dei coordinatori affiancare il Direttore Generale nella vigilanza del rispetto delle norme da parte di tutti i componenti della scuola. Essi pertanto devono conoscere e aggiornarsi sulla normativa vigente e collaborano con i coordinatori di classe e docenti;
  3. Collaborano con i genitori al fine di sviluppare, insieme ai docenti, un clima costruttivo tra famiglia e scuola;
  4. Contribuiscono a creare nella scuola un clima accogliente, impegnato, collaborativo, dando testimonianza di pazienza, disponibilità, savoir faire;
  5. Provvedono al regolare inserimento e alla verifica dei dati presenti sul Registro Elettronico, che sarà periodicamente controllato dalla Dirigenza;
  6. Ad ogni Coordinatore di Settore sarà attribuito una mail istituzionale della scuola che utilizzeranno per le comunicazioni formali;
  7. Sarà esclusivo compito del coordinatore di settore, sentito il coordinatore di classe, comunicare e/o informare di qualsiasi evento di natura scolastica i genitori.
  8. Comunicare, attraverso mail, ai genitori (che deve essere restituita firmata dal padre o dalla madre) le situazioni di “scarso rendimento” del figlio/a (per mancanza di studio, di impegno, per il numero eccessivo di assenze, ecc);
  9. Autorizzano tutte le attività diverse dall’insegnamento (pastorale, uscite didattiche, ecc);
  10. Utilizzeranno modi, linguaggio, abbigliamento adeguati al contesto educativo e al decoro della scuola.
9. DOVERI DEL PERSONALE NON DOCENTE:
  1. Il ruolo del Personale amministrativo, di segreteria e ATA e Addetti alla cucina, Mensa, portinerie e Centralino è indispensabile anche come supporto all’ azione didattica e la valorizzazione delle loro competenze è decisiva per l’efficienza e l’efficacia del servizio e per il conseguimento delle finalità educative;
  2. Indossano, in modo ben visibile, il tesserino di riconoscimento per l’intero orario di lavoro;
  3. Sono tenuti al rispetto del proprio orario di servizio;
  4. Non utilizzano i telefoni cellulari durante l’orario di lavoro;
  5. Tutti i permessi, richieste varie, ferie ecc. dovranno essere richiesti per iscritto almeno 10 giorni prima della data dell’assenza, alla Direzione e/o Coordinatore e/o Responsabile di Settore, che ne autorizza per iscritto;
  6. Esercitano con diligenza, equilibrio e professionalità i compiti inerenti il proprio profilo professionale.
  7. Utilizzano modi, linguaggio, abbigliamento adeguati al contesto educativo e del reparto della scuola;
  8. Hanno cura dei locali, mobili, oggetti, macchinari, attrezzi, strumenti a lui affidati;
  9. Conoscono, rispettano e fanno rispettare il piano di emergenza, eseguendo correttamente tutte le mansioni previste;
  10. Le autovetture possono entrare con ogni cautela e sostare all’interno dell’istituto della scuola esclusivamente negli spazi riservati al personale, consentendo, comunque, il rapido ingresso e la facile manovra a mezzi di pubblico interesse (V.V.F.F., C.C., ambulanze);
  11. è severamente vietato sostare davanti alle uscite e alle scale di sicurezza e occupare il parcheggio riservato ai diversamente abili.
10. PERSONALE AMMINISTRATIVO:
  1. Risponde alle telefonate indicando nome dell’Istituzione e il proprio nome;
  2. Cura i rapporti con l’utenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di trasparenza e di accesso alla documentazione amministrativa prevista dalla legge;
  3. Collabora con consulenti esterni per la gestione contrattuale/finanziario del Personale dipendente;
  4. Esercita con diligenza, equilibrio e professionalità i compiti inerenti il proprio profilo professionale;
  5. Gestisce e controlla il pagamento delle rette, segnalando alla Direzione eventuali insoluti;
  6. Verifica periodicamente la corrispondenza fra il budget preventivo dell’attività scolastica e le spese effettive;
  7. Segnala alla Direzione fatti e comportamenti concernenti la gestione delle entrate e delle spese che possono pregiudicare gli equilibri del Bilancio, indicando i possibili rimedi;
11. PERSONALE DI SEGRETERIA:
  1. Risponde alle telefonate indicando nome dell’Istituzione e il proprio nome;
  2. Produce e aggiorna la documentazione relativa ai fascicoli personali dei docenti e degli alunni;
  3. Procede allo scambio di informazioni ufficiali con le famiglie e le Istituzioni;
  4. Predispone la documentazione relativa ai contatti formali e informali con la Pubblica Amministrazione e con Enti territoriali pubblici e privati;
  5. Cura i rapporti con gli utenti nel rispetto dell’orario di apertura al pubblico;
  6. Collabora con consulenti esterni per la gestione contrattuale del Personale dipendente;
  7. Cura i rapporti con i fornitori di beni e servizi, gli esecutori di lavori e interventi, i liberi professionisti, i prestatori d’opera e il personale della scuola e di altre amministrazioni che intrattengono rapporti e/o ricevono incarichi dall’Istituzione scolastica;
  8. Supporta il docente per fascicolazioni, fotocopie…… etc.
  9. Si occupa del rilascio dei certificati richiesti dai fruitori del servizio scolastico (nullaosta, certificati di servizio, etc.);
  10. Procede allo scambio di informazioni ufficiali, con le famiglie e le Istituzioni, relative alle attività didattiche e ministeriali;
12. PERSONALE ATA:
  1. Segue fedelmente il Piano delle pulizie e utilizza detersivi e igienizzanti secondo quanto descritto dalle relative schede tecniche;
  2. Lavora d’intesa con la Direzione alla quale segnala tempestivamente eventuali guasti alle strutture e all’arredo;
  3. È responsabile del controllo delle proprie forniture al momento della consegna, nonché del successivo stoccaggio in appositi spazi non accessibili agli alunni;
  4. Controlla che i fruitori del servizio mensa siano solo gli alunni avente il pacchetto che comprende il servizio mensa;
  5. Verifica che le persone “esterne” alla scuola (genitori, amici, parenti, ecc…) che usufruiscono del servizio mensa o sostino all’interno della mensa, siano stati preventivamente autorizzati;
  6. Osserva scrupolosamente tutti gli adempimenti previsti dal manuale di autocontrollo in conformità alla normativa vigente e secondo le procedure previste dal Manuale HACCP;
  7. È prevista la possibilità da parte di docenti e alunni usufruire del servizio mensa (qualora non previsto dal pacchetto) mediante acquisto degli appositi ticket, che saranno smarcati e ritirati dal personale addetto;
13. PERSONALE ADDETTO ALLA CUCINA:
  1. È responsabile della cucina e di tutte le attrezzature ivi presenti;
  2. Osserva scrupolosamente tutti gli adempimenti previsti dal manuale di autocontrollo in conformità alla normativa vigente e secondo le procedure descritte nel Manuale HACCP;
  3. Nella produzione e confezione del cibo segue le ricette e i menù approvati dall’ASL, in modo da garantire un’equilibrata dieta alimentare;
14. PERSONALE ADDETTO ALLA PORTINERIA E AL CENTRALINO TELEFONICO:
  1. Risponde alle telefonate indicando nome dell’Istituzione e il proprio nome;
  2. Al termine della telefonata, indicherà su apposito registro i dati dell’interlocutore e l’oggetto della telefonata, sottoscrivendolo;
  3. Vigila responsabilmente sulle entrate e le uscite delle persone, in particolare degli estranei e degli alunni,
  4. Interagisce con il pubblico con atteggiamenti di cordialità e di accoglienza;
  5. Previa identificazione del richiedente, garantisce la trasmissione precisa e concisa delle informazioni, indirizzando, se necessario, a uffici e persone di competenza;
  6. Nel contatto con persone che hanno ruoli ed esigenze differenziate, sa discernere e attuare idonee modalità di accoglienza;
  7. Utilizza gli appositi moduli per notificare chiamate e messaggi;
  8. Consapevole della delicatezza del proprio compito, non pone domande indiscrete e mantiene un rigoroso riserbo su quanto può avere inavvertitamente visto o ascoltato;
  9. Nel rapporto con gli alunni si attiene alle indicazioni della Direzione (richieste di permessi, informazioni sulle persone, numeri di telefono, ecc.);
  10. comunica al proprio Responsabile di Servizio tutte le informazioni di servizio.
15. COMPORTAMENTO E DOVERI DEGLI STUDENTI:
  1. Mantenere, in qualsiasi situazione, un comportamento rispettoso nei confronti dei docenti e del personale non docente;
  2. Rispettare l’orario d’ingresso a scuola;
  3. Per gli allievi della scuola secondaria di 1° e 2° grado l’ingresso alla II° ora è permesso solo 3 volte al mese. Superato tale numero, lo studente non potrà entrare in classe, sarà considerato assente per tutta la giornata e dovrà rientrare accompagnato dai genitori. Inoltre tale “comportamento” avrà ripercussioni sul voto di condotta. Gli alunni della scuola primaria, superato la terza entrata alla 2° avranno una nota disciplinare sul registro. solo dopo la terza nota si avrà ripercussione sul voto di condotta;
  4. Tutte uscite/entrate anticipate/posticipate dovranno essere comunicate entro le ore 10 a.m. da parte dei genitori mediante il registro elettronico, e dovranno essere autorizzate dal Coordinatore di classe e/o di settore.
  5. È obbligatorio indossare quotidianamente un capo della divisa. L’inosservanza di questa norma per il settore primaria comporterà, dopo tre volte, una nota disciplinare che avrà ripercussione sul voto di condotta. Per tutti gli altri settori (escluso il settore Infanzia), l’inosservanza di tale obbligo, anche per un giorno, comporterà una nota disciplinare che avrà ripercussione sul voto di condotta;
  6. è vietato fumare in Istituto;
  7. è obbligatorio oltre che rispettoso, negli ultimi 10 minuti dell’ultima ora di lezione mettere in ordine l’aula.
Tutto il Personale in forza al Collegio S. Ignazio, oltre ad attenersi a quanto prescritto dal presente Regolamento è obbligato a rispettare il C.C.N.L sottoscritto (FILINS UGL).
Per il consiglio di Direzione

Prof.ssa Carla Fortino Direttore Generale;

Prof.ssa Caterina Zappia- Coordinatore di Settore

Prof.ssa Gentile Savina – Coordinatore di Settore

Dott. Gianluca Busacca – Direttore Amministrativo